NEWSLETTER

ISCRIVENDOSI SUBITO, LA TERREMO INFORMATO/A, VIA E-MAIL, SU TUTTE LE NOVITA'

Seleziona i tuoi interessi:


Prestando il consenso al trattamento per finalità di marketing e cliccando su conferma acconsento all' invio da parte di Lu.C mediante posta elettronica delle newsletter riguardanti le sue novità. Lu.C ricorda che in qualunque momento gli interessati posso disiscriversi

La tabacchiera

Lu.C Story
 
 
La tabacchiera è uno tra i tanti oggetti che è stato di uso quotidiano per almeno tre secoli (dal XVI al XIX) e del quale oggi non esiste più traccia se non come antichità da collezionare. Come è ovvio la tabacchiera fa la sua comparsa in Europa solo dopo l'importazione del tabacco dalle Americhe, portato sui velieri dei "Conquistadores". L'uso del tabacco risale però a un'epoca molto più antica, alle civiltà precolombiane addirittura intorno al primo millennio, già molto diffuso nell'America centrale tra gli “indiani” che incontrò Cristoforo Colombo nei suoi primi viaggi. Le foglie della pianta di tabacco
 
tabacco Foglia pianta del Tabacco
 
erano usate dalle popolazioni locali come medicamento per alleviare il dolore, e anche durante i riti religiosi come veicolo per propiziarsi gli dei della Creazione che avevano elargito all’umanità un rimedio contro la malattia, in particolare il mal di testa e il mal di denti. Diffuso poi in Europa da spagnoli e portoghesi durante il secolo XVI, il tabacco a scopo curativo compare nelle corti di Spagna e di Francia per alleviare i malanni di Filippo II e le atroci emicranie del figlio di Caterina de Medici, il giovane re Francesco II. Pare che la cura fosse efficace, tanto che il tabacco sotto forma di polvere fu chiamato anche “erba della regina”. Forse altrettanto efficace non fu con Sua Maestà Cattolica Filippo II che soffriva di sifilide….

 

Chinese snuff bottles
Magnifica collezione di tabacchiere da fiuto,
piccole bottiglie usate in Cina con tappo con cucchiaino incorporato per aspirare il tabacco con il naso

 

Poi il tabacco da fiuto durante il Seicento e poi nei due secoli successivi da medicamento si trasforma in piacevole abitudine voluttuaria di uso quotidiano e come tale necessitava di un adatto contenitore, maneggevole e facile da trasportare: compaiono così le prime tabacchiere in Europa e in Asia, nell'Impero ottomano, in Giappone e in Russia dove il tabacco da fiuto si diffonde rapidamente a partire dal Seicento.

 

Chinese snuff bottle Qing dynasty glass bottle with amber stopper Honolulu Museum of Art

Tabacchiera da fiuto Cinese intagliata

 

Questi piccoli contenitori, realizzati con materiali diversi per conservare l'aroma della polvere, diventano in alcuni casi delle vere e proprie opere d'arte di grande valore. Una tabacchiera di pietre dure, oro e brillanti fu scambiata – tra il Granduca di Toscana e il doge Alvise Mocenigo (1507-1577) – con il quadro "Il compianto sul Cristo morto" di Giovanni Bellini che si trova ora a Firenze nella Galleria degli Uffizi. Forse il doge Mocenigo non aveva fatto bene i suoi conti…

 

In particolare nel Settecento questo piccolo e grazioso oggetto fu usato anche come accessorio di moda, dalle signore oltreché dagli uomini, sia per fiutare il tabacco sia per accompagnarne con grazia la gestualità. Ben presto le tabacchiere diventano oggetti preziosi che i sovrani donano decorati con il loro ritratto o il loro stemma spesso circondato da diamanti.

 

TABACCHIERA 1785 circa IN ORO E SMALTI E MINIATURA 1024x597

Tabacchiera occidentale a forma di scatola

 

Furono create delle tabacchiere con materiali di gran pregio: oro, avorio, argento, ametista, porcellana di Sèvres, tutti decorati con miniature e incisioni. Le tabacchiere francesi con incisioni in oro sono chiamate anche "Georgette" dal nome dell'orafo Jean George, quelle cinesi – chiamate “Snuff box” – di giada o di vetro recano sotto il tappo una asticella per la presa del tabacco.
Le tipologie dunque sono svariate e non bisogna dimenticare che l'uso della polvere di tabacco non è diffusa solo nelle corti e tra l'aristocrazia ma anche nelle classi popolari, dove è conservata in tabacchiere molto semplici, di legno, di cuoio o di cartone, anche queste oggi ricercate dai collezionisti e diventate più rare di quelle preziose! Come ogni accessorio anche la tabacchiera segue la moda e sotto il regno di Luigi XV le tabacchiere diventano sottili e piccole per poter essere infilate agevolmente nei panciotti attillati degli aristocratici.

 

440px Tabacchiera

 

L'ampia diffusione dell'uso del tabacco diventò, allora come adesso, poco tempo dopo la sua comparsa in Europa, una sicura fonte di robusti introiti per le casse dello Stato. Già nel 1621 il lungimirante Primo Ministro del re di Francia Luigi XIII, cardinale Richelieu impose una tassa sulla vendita del tabacco, seguito nel 1660 dall'economista e Primo Ministro di Luigi XIV Jean Baptiste Colbert, che su richiesta diretta del re, ne impose la vendita in regime di monopolio. Il privilegio della riscossione fu in origine ceduta a privati e, guarda caso, la prima ad usufruirne fu proprio la marchesa Madame de Maintenon, prima favorita e divenuta poi moglie morganatica del Re Sole!

 

Questo sito utilizza dei cookies per migliorare la tua esperienza d'uso con noi.

Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies Per saperne di piu'

OK

Cookie

I cookie sono piccole porzioni di dati che vengono memorizzate e utilizzate per migliorare l’esperienza di utilizzo di un sito.
Ad esempio possono ricordare temporaneamente le tue preferenze di navigazione per evitarti di selezionare tutte le volte la lingua, rendendo quindi le visite successive più comode e intuitive.
Oppure possono servire per fare dei “sondaggi anonimi” su come gli utenti navigano attraverso il sito, in modo da poterlo poi migliorare partendo da dati reali.

I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l’uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l’applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.

 

I cookie non sono virus o programmi

I cookie non sono virus o programmi. I cookie sono solamente dati salvati in forma testuale nella forma “variabile=valore” (esempio: “dataAccessoSito=2014-01-20,14:23:15″). Questi dati possono essere letti solamente dal sito che li ha generati, e in molti casi hanno una data di scadenza, oltre la quale il browser li cancellerà automaticamente.

Non tutti i cookie vengono utilizzati per lo stesso scopo: di seguito verranno specificate le diverse tipologie di cookie utilizzati da questo sito web.

 

Cookie indispensabili

 

Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi non potranno funzionare correttamente.

 

Performance cookie

 

Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ma non memorizzano informazioni che identificano un visitatore. Questi cookie vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento del sito web.
Utilizzando il sito l’utente accetta che tali cookie possono essere memorizzati sul proprio dispositivo.

 

Cookie di funzionalità

 

I cookie consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall’utente (come la lingua o altre impostazioni speciali eventualmente disponibili) e forniscono funzionalità avanzate personalizzate, e possono anche essere utilizzati per fornire i servizi richiesti. Utilizzando il sito l’utente accetta che tali cookie possono essere memorizzati sul proprio dispositivo.

 

Come gestire i cookie sul tuo PC

 

Ogni browser consente di personalizzare il modo in cui i cookie devono essere trattati. Per ulteriori informazioni consultare la documentazione del browser utilizzato.

Alcuni browser consentono la “navigazione anonima” sui siti web, accettando i cookie per poi cancellarli automaticamente al termine della sessione di navigazione. Per ulteriori informazioni riguardo la “navigazione anonima” consultare la documentazione del browser utilizzato.

 

Google Analytics

 

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google. Google Analytics utilizza i cookies per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull’utilizzo del sito web (compreso il Vostro indirizzo IP anonimo) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati.

Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l’elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser: http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en

 

Google Adsense

 

Questo sito Web utilizza Google AdSense, un servizio per includere la pubblicità di Google Inc. (“Google”). Google AdSense utilizza i cosiddetti “cookie”, file di testo che vengono salvati sul tuo computer e che consentono un’analisi dell’utilizzo del sito Web. Google AdSense utilizza inoltre i cosiddetti Web beacon (grafici invisibili). Questi Web beacon permettono di valutare le informazioni come il traffico dei visitatori su queste pagine.

Le informazioni generate tramite cookie e Web beacon circa l’utilizzo di questo sito (compreso il tuo indirizzo IP) e la consegna dei formati pubblicitari vengono trasmesse a un server di Google negli Stati Uniti e memorizzate lì. Queste informazioni possono essere trasmesse, da Google, ai suoi partner. Google, tuttavia, non assocerà il tuo indirizzo IP con altre tue informazioni memorizzate.

Puoi interrompere l’installazione dei cookie modificando l’impostazione corrispondente nel tuo browser; tuttavia, ti facciamo presente che in questo modo potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito. Utilizzando il presente sito web, dichiari di essere d’accordo con l’elaborazione dei tuoi dati da parte di Google ottenuti nel modo e per lo scopo indicati.